1000 modi di assaporare il caffè in Europa

26 settembre, 2016 alle 10:30,




Nulla da ridire: anche se il caffè non è originario dell’Italia, non c’è espresso che ci batta

Lungo, corto, ristretto o macchiato che sia, rimaniamo i numeri uno. 


Ogni Paese ha il suo modo di assaporare o servire il caffè, ecco alcuni dei più particolari. 

Partiamo dall’Italia con il caffè affogato, cioè un ristretto con una pallina di gelato, senza dimenticare la versione con panna per i più golosi. Si trovano notizie anche in merito ad un certo caffè romano, cioè servito con una fettina di limone, perfetto per far passare il mal di testa.


Poco più in là, in Europa, troviamo: 

  • il cafè carajillo, un altro modo di chiamare il caffè corretto (Spagna);
  • il kaffee brauner, con aggiunta di acqua e crema di caffè (Austria);
  • il stempelkande kaffe, da alcuni chiamato volgarmente “acqua sporca” vista la proporzione un cucchiaino di caffè per ogni tazza d’acqua (Danimarca);
  • il famosissimo Irish coffe, tra tutte le declinazioni il più apprezzato dagli italiani (Irlanda);
  • il frappé, non quello a cui state pensando ma un mix di acqua, ghiaccio, zucchero, latte condensato e caffè solubile (Grecia). 


E tanti altri ancora: caffè bon bon (Spagna), pharisäer  coffee (Germania), cafè au lait (Francia), galão (Portogallo), kavhi (Finlandia), karks (Norvegia), koffie verkeerd (Olanda), fika (Svezia).


A voi la scelta! 



Pubblicato in: Il caffè

Tags: caffè1000 modiusanzetradizioni europeeEuropaSellmatcuriositàpaese che vai usanza che trovi