I dati sul caffè in Italia

21 giugno, 2016 alle 12:30,




Qual è quell’infuso che ti dà la forza di iniziare la giornata? Quello che prima di averlo bevuto “non mi parlare”? Quello che dopo pranzo “è d’obbligo”? Quello che fa rima con pausa? L’avrete già capito dal titolo, stiamo parlando del nostro amatissimo caffè.

Un evergreen che va sempre di moda. Uno dei prodotti più consumati in Italia e che nonostante non sia direttamente prodotto nel nostro Paese, per motivi di condizioni climatiche avverse, è diventato uno dei nostri simboli di riconoscimento grazie alla forte tradizione torrefattrice, che ci ha reso uno dei maggiori distributori a livello mondiale.

Prendendo qualche dato, da un’indagine svolta da Astra Ricerche, è risultato che il  96,5% degli italiani consuma caffè, con una media di 16,8 tazzine a settimana, e che gli uomini superano leggermente le donne. Inoltre con l’avanzare dell’età la percentuale di consumo aumenta.

Il luogo preferito in cui consumare caffè rimane casa propria, parliamo dell’89,4%, seguita da: casa di amici e parenti, al bar e all’aria aperta con un 32% ai distributori automatici, oppure portandolo da casa in thermos.

Ne esce vincitrice la moka tradizionale, seguita dalle cialde/capsule e dal caffè espresso, l’automatica, più una piccola percentuale di solubile, napoletana e brik. 

Per quanto riguarda il caffè in sé vince il normale caffè liscio con un 76,2%, soprattutto al Centro-Sud, mentre al Nord piace mischiare (macchiato, cappuccino, marocchino ecc.).

Infine, ma non per importanza, pare che il consiglio comune sia “non più di 3 caffè al giorno”. E voi quanti ne bevete?



Pubblicato in: Il caffè

Tags: caffèusanze italianetazzine di caffèdati sul caffècaffè in Italia