Il Mondo del caffè

11 dicembre, 2017 alle 18:17,




Il caffè è la bevanda più amata dagli italiani, ma da dove provengono i chicchi che vediamo quotidianamente all’interno dei bar? Ci sono diversi Paesi che coltivano le piantagioni, qui facciamo un breve excursus sui principale produttori.


Il Brasile è il principale produttore di caffè al mondo e le sue piantagioni si trovano nel Sud-Est del Paese, dove il clima e la temperatura favoriscono la crescita delle piante e dell’agricoltura in generale.


Il Vietnam è un altro tra i maggiori produttori al mondo, infatti, nonostante l’economia abbia vissuto un periodo negativo negli anni post-guerra, la produzione di caffè è rimasta una parte fondamentale dell’economia vietnamita. Qui, solitamente il caffè viene miscelato con del latte zuccherato e condensato.


Il caffè colombiano è tra i più famosi al mondo grazie alla presenza della Federazione Nazionale dei coltivatori di caffè. Negli ultimi trent’anni, la coltivazione delle piantagioni ha riscontrato alcune problematiche a causa dell’aumento delle temperature e delle precipitazioni, fattori che hanno messi a rischio le condizioni climatiche ottimali per la produzione del chicco tradizionale colombiano.


Anche l’Indonesia fa parte di questo gruppo di produttori. Proprio qui, viene prodotto uno dei tipi di caffè più costosi al mondo: il Kopi Luwak. I chicchi di questa tipologia di caffè vengono ingeriti dal Luwak, un simpatico animaletto che successivamente li espelle intatti perché non è in grado di digerirli, dopodiché, vengono raccolti dai lavoratori che li aggregano per poi tostarli. Il risultato è un caffè che ha un gusto delicato con un lieve sapore di cioccolato.


L’Etiopia è uno Paesi che produce più caffè in Africa ed è la sede della qualità Arabica, con diverse varianti al suo interno, inoltre, le piantagioni di caffè sono lo sbocco professionale più comune per la popolazione, in quanto quasi il 30% delle persone è occupato in questo settore.


Un altro grande produttore di caffè è l’India, all’interno del continente asiatico. Qui, le piantagioni si estendono nei tratti collinari della nazione e spesso sono piantate accanto alle spezie, le quali influiscono sul gusto del caffè lasciando un sapore leggermente piccante.


Per quanto riguarda il centro America troviamo l’Honduras, in cui le piantagioni di caffè sono la parte più importante dell’economia nazionale, infatti, questo è stato il settore che ha tenuto in vita il Paese durante la crisi del 2009, con successivo tentativo di colpo di Stato. 


Sempre nella stessa zone troviamo il Guatemala, in cui la crescita delle piantagioni è favorita sia dal clima (dai 20° ai 30°) che dall’altitudine rispetto al livello del mare (compresa tra i 500 e i 5000 metri). In queso Paese c’è l’Asociaciòn Nacional de Cafè, un’associazione creata dal governo nel 1960 che tuttora promuove la domanda di caffè guatemalteco nel mondo.


I produttori di caffè sono molti e diversi nel mondo, non ci resta che assaggiare le varie tipologie e decretare il nostro vincitore! Buona bevuta... di caffè!



Pubblicato in: Il caffè

Tags: sellmat; caffé; produttori di caffè