Imparare a gestire situazioni di conflitto con un collega

27 ottobre, 2017 alle 10:08,




Per un numero sempre maggiore di persone le relazioni con i colleghi sono tra le cause principali dello stress sul posto di lavoro. 

I conflitti più comuni si manifestano quando più soggetti che interagiscono professionalmente si trovano a dover esprimere punti di vista e opinioni contrastanti. 

A seconda di come vengono gestite queste situazioni, il conflitto che si viene a creare può essere di tipo costruttivo o distruttivo. 

Nell’ambito delle relazioni interpersonali infatti, il conflitto non ha in sé una connotazione negativa. 

Al contrario, è una loro componente naturale che, se ben gestita, può rivelarsi un’occasione di crescita e sviluppo per noi stessi e i per i nostri compagni di scrivania.

Come è possibile trasformare un conflitto distruttivo in costruttivo? 

Per rispondere a questa domanda dobbiamo tenere presente che un conflitto è di tipo distruttivo quando i soggetti tendono ad imporre le proprie opinioni sugli altri. 

Situazioni di questo genere minano la serenità dell’ambiente di lavoro, perché instillano nei soggetti la paura di esprimere liberamente la propria opinione per timore di essere attaccati. 

Gli attacchi personali sostituiscono le critiche costruttive rivolte alle idee e generano isolamento e sfiducia reciproca. 

La prossima settimana parleremo di come trarre il meglio da una situazione di conflitto, ovvero come mitigare le divergenze e trasformare un eventuale scontro in un'occasione di crescita personale e professionale per te e per il tuo collega.



Pubblicato in: I nostri valori

Tags: sellmat; vita in ufficio; ufficio